martedì 3 gennaio 2017

Capii che dobbiamo mentire a noi stessi di tanto in tanto, dirci che siamo forti e capaci, che la vita è bella e il duro lavoro avrà la sua ricompensa, e poi provare a trasformare le nostre bugie in realtà. Questo è il nostro compito, la nostra salvezza.


J.R. Moehringer, “Il bar delle grandi speranze”

Masao Yamamoto

domenica 1 gennaio 2017

... welcome 2017

Dobbiamo avere il coraggio di seguire il nostro cuore e la nostra intuizione. In qualche modo, essi sanno che cosa vogliamo realmente diventare. Tutto il resto è secondario.
Steve Jobs, Discorso alla Stanford University, Palo Alto, 2005

Hailey Heaton

sabato 31 dicembre 2016

goodbye 2016 ...

Ihei Kimura

Le uniche persone che esistono per me sono i pazzi, i pazzi di voglia di vivere, di parole, di salvezza, i pazzi del tutto e subito, quelli che non sbadigliano mai e non dicono mai banalità ma bruciano, bruciano, bruciano come favolosi fuochi d’artificio gialli che esplodono simili a ragni sopra le stelle e nel mezzo si vede scoppiare la luce azzurra e tutti fanno "Oooooh!". 

Jack Kerouac, On the Road, 1949



martedì 27 dicembre 2016




George Michael sorrideva dalle pareti della mia stanza di adolescente, sorrideva quando aprivo le ante del mio armadio, sorrideva nascosto tra le pagine dei miei diari degli anni 80. La sua musica e la mia giovinezza ...

Arrivederci George


venerdì 23 dicembre 2016

felici feste!


Mio zio Alex Vonnegut, un assicuratore che abitava al 5033 di North Pennsylvania Street, mi ha insegnato qualcosa di molto importante. Diceva che quando le cose stanno andando a gonfie vele bisogna rendersene conto. Parlava di occasioni molto semplici, non di grandi trionfi. Bere un bicchiere di limonata all’ ombra di un albero, magari, o sentire il profumo di una panetteria, o andare a pesca, o sentire la musica che esce da una sala da concerti standosene fuori al buio, oppure, oserei dire, l’attimo dopo un bacio. Mi diceva che era importante, in quei momenti, dire ad alta voce: «Cosa c’è di più bello di questo?» 

Quando siete felici fateci caso,  Kurt Vonnegut

giovedì 22 dicembre 2016

in mostra a New York fino al 27 dicembre

 

FACIE Self Portraiture Interpreted by 25 Artists 
curated by D. Dominick Lombardi
Galerie Protégé, 197 Ninth Ave - New York, NY 10011
November 17 – December 27, 2016

info - HERE
catalog - HERE
self-portrait, 2016 - HERE 
rossana taormina - HERE





 



sabato 17 dicembre 2016

Yelena Bryksenkova


Inge Morath. Saul Steinberg Masks & Girl in Bath - 1960s.

Pierre Bonnard

Roger Ballen ph. (New York, 1950)

Jon Redmond

Kelsey Garrity Riley

Robert Gober, Untitled, 1991

 Nan Goldin, self-portrait in blue bathroom, London - 1980

Sophie Jodoin

Frida Kahlo, What The Water Gave Me 


 "Chiudo a chiave la porta e riempio la vasca.

In genere non è un suono percepibile. Il battito del cuore è una sensazione. Lo si avverte anche a riposo. A volte, di notte, lo senti pulsare nel cuscino. Ma so che esiste un luogo dove si può sentirlo ancora meglio.


Ecco come si fa. Si entra in una vasca piena d'acqua, adagio, senza fretta. Ci si sdraia e si aspetta che la superficie sia perfettamente liscia. Poi si respira a fondo, si immerge la testa sott'acqua e si ascolta la giocosità del cuore.”

Amy Hempel, 
Nella vasca (da Ragioni per vivere)



martedì 22 novembre 2016

segnaletica in rifacimento ...

Bisogna camminare nella direzione dei nostri sogni, altrimenti perdiamo l'incanto della vita.

Romano Battaglia, Foglie, 2009

Traffico, rallentamenti, deviazioni, ingorghi ...
Quel che conta, per me,  è la piacevolezza del tragitto più che la destinazione.
E allora come resistere al richiamo di strade sconosciute, come rinunciare ai colori dei sentieri di campagna, alle promesse dei cieli della sera …